Motor Show 2010

Dic03

Motor Show 2010

Rombo di motori per l’edizione 2010 del Motor Show di Bologna: l’apertura al pubblico della 35^ edizione del Salone Internazionale dell’Automobile è fissata per il 4 dicembre, con il consueto prologo delle giornate del 2 dicembre, riservata alla stampa, e del 3 dicembre, dedicata a stampa e operatori economici. In questa edizione premium del Motor Show sarà presente la quasi totalità del mercato italiano dell’automobile, con le Case automobilistiche che hanno scelto Bologna per il lancio di 47 anteprime di prodotto, tra le quali sei mondiali e cinque europee. Non mancherà nemmeno in consueto spettacolo sulla Mobil 1 Arena, il cuore pulsante del Salone dove andranno in scena gare ed esibizioni, tra cui la giornata targata Ferrari dell’8 dicembre nella quale girerà la monoposto di Formula Uno guidata dal collaudatore Luca Badoer e il Findomestic Memorial Bettega, che quest’anno compie 25 anni, che porta come di consueto a Bologna i protagonisti del Mondiale Rally.In un anno complicato per il mercato dell’automobile, il Motor Show 2010 avrà una dimensione internazionale garantita dalla presenza nel calendario ufficiale OICA (Organisation Internationale des Constructeurs d’Automobiles) confermandosi così l’unica manifestazione automotive per il mercato italiano e tra quelle di vertice a livello mondiale.Il Motor Show si colloca alla fine del calendario del 2010 e si affaccia così sul 2011, anno che potrebbe vedere la ripresa del mercato italiano e come sempre offrirà un forte stimolo ai consumatori per riprendere ad acquistare autovetture dopo un 2009 che, grazie agli incentivi governativi, ha chiuso con un calo delle immatricolazioni dello 0,08% e un 2010 che – secondo le attuali stime – dovrebbe chiudere con un calo intorno al 12%. In questo contesto il quadro economico italiano nel 2011 dovrebbe contribuire a fornire stimoli alla domanda; a questo si aggiungono poi i risultati delle attività che le Case automobilistiche hanno continuato a svolgere nonostante la crisi per offrire una produzione rispondente alle nuove esigenze del mercato. Il Motor Show sarà la vetrina in cui gli italiani – fisicamente e attraverso i media – potranno apprezzare gli sforzi fatti dalle Case automobilistiche in vista della ripresa.Secondo un’indagine eseguita da Doxa su un campione rappresentativo di persone, il 9% degli italiani adulti – cioè circa 4 milioni e 700.000 persone – è propenso a visitare il prossimo Motor Show di Bologna. Dall’inchiesta emergono altri dati interessanti, in particolare il 58% degli italiani (30 milioni di persone) ha dichiarato di conoscere il Motor Show e il 7% (3,5 milioni) lo ha visitato negli ultimi 4 anni. Molto alta è poi la quota degli italiani che in generale ritiene utile visitare il Motor Show in previsione dell’acquisto di una nuova auto: si tratta del 38%, pari a circa 20 milioni di individui. Alta anche la propensione ad acquistare autovetture entro il 2011: si dichiara infatti propenso all’acquisto – anche senza incentivi statali – il 10% degli intervistati (pari a 5.193.000 persone), mentre se vi fossero nuovi incentivi la quota dei propensi salirebbe al 16% (8.309.000 persone).Il Motor Show 2010 avrà il suo tradizionale esordio nelle giornate del 2 e 3 dicembre, con la prima dedicata alla stampa, la seconda a stampa ed operatori economici e a seguire – il 4 dicembre – l’apertura al pubblico.In un anno complicato per il mercato dell’automobile, il Motor Show 2010 avrà una dimensione internazionale garantita dalla presenza nel calendario ufficiale OICA (Organisation Internationale des Constructeurs d’Automobiles) confermandosi così l’unica manifestazione automotive per il mercato italiano e tra quelle di vertice a livello mondiale.Il Motor Show si colloca alla fine del calendario del 2010 e si affaccia così sul 2011, anno che potrebbe vedere la ripresa del mercato italiano e come sempre offrirà un forte stimolo ai consumatori per riprendere ad acquistare autovetture dopo un 2009 che, grazie agli incentivi governativi, ha chiuso con un calo delle immatricolazioni dello 0,08% e un 2010 che – secondo le attuali stime – dovrebbe chiudere con un calo intorno al 12%. In questo contesto il quadro economico italiano nel 2011 dovrebbe contribuire a fornire stimoli alla domanda; a questo si aggiungono poi i risultati delle attività che le Case automobilistiche hanno continuato a svolgere nonostante la crisi per offrire una produzione rispondente alle nuove esigenze del mercato. Il Motor Show sarà la vetrina in cui gli italiani – fisicamente e attraverso i media – potranno apprezzare gli sforzi fatti dalle Case automobilistiche in vista della ripresa.Secondo un’indagine eseguita da Doxa su un campione rappresentativo di persone, il 9% degli italiani adulti – cioè circa 4 milioni e 700.000 persone – è propenso a visitare il prossimo Motor Show di Bologna. Dall’inchiesta emergono altri dati interessanti, in particolare il 58% degli italiani (30 milioni di persone) ha dichiarato di conoscere il Motor Show e il 7% (3,5 milioni) lo ha visitato negli ultimi 4 anni. Molto alta è poi la quota degli italiani che in generale ritiene utile visitare il Motor Show in previsione dell’acquisto di una nuova auto: si tratta del 38%, pari a circa 20 milioni di individui. Alta anche la propensione ad acquistare autovetture entro il 2011: si dichiara infatti propenso all’acquisto – anche senza incentivi statali – il 10% degli intervistati (pari a 5.193.000 persone), mentre se vi fossero nuovi incentivi la quota dei propensi salirebbe al 16% (8.309.000 persone).